N26, la “Banca tramite app”: recensione e confronto con le alternative

N26, la “Banca tramite app”: recensione e confronto con le alternative

N26 è una banca tedesca nota per offrire tutti i suoi servizi tramite app, al punto che non esiste nemmeno una filiale in tutto il mondo. Forse proprio grazie all’assenza di una componente fisica, l’istituto di credito è riuscito a crescere a un ritmo estremamente alto; dal 2015 al 2022 ha consolidato la sua offerta in oltre 25 nazioni, totalizzando più di 5 milioni di clienti. Numeri ancora in forte crescita, malgrado qualche piccolo rallentamento dovuto a Banca d’Italia.

La prima cosa che stupisce di questo servizio è proprio il fatto che N26 sia una banca a tutti gli effetti. Altre carte conto, come Revolut o Vivid Money, si limitano a depositare il denaro dei clienti su conti di banche partner. In questo caso, invece, abbiamo a che fare con una società che gode dello stesso riconoscimento normativo di una qualunque Unicredit, Crédit Agricole o Deutsche Bank.

Con i suoi servizi, N26 è già in grado di coprire la quasi totalità degli aspetti di cui una persona ha bisogno nella sua vita finanziaria. Le uniche funzionalità che ancora non sono presenti sono quelle per investire, dal momento che non è possibile negoziare titoli con l’app. Questo ci permette comunque di utilizzare un servizio dedicato per le operazioni di investimento, da abbinare all’app della banca. Con un broker come eToro, ad esempio, possiamo ottenere molto più di quanto offrano oggi i servizi di brokeraggio delle carte conto.

recensione completa della banca n26 e della sua app con opinioni e confronto con migliori alternative
N26 è una banca totalmente pensata per funzionare tramite app

Cos’è N26 e perché è sicura

Come abbiamo specificato, N26 è una banca a tutti gli effetti. Non solo, ma è una banca estremamente solida perché non si espone direttamente al rischio di credito. Le banche tradizionali generano la maggior parte dei loro introiti prestando il denaro dei correntisti ad altre persone. Questo significa che, nei periodi di recessione in cui le persone fanno fatica a pagare le rate, la banca può trovarsi in difficoltà a recuperare i crediti.

Nel caso di N26, la maggior parte dei ricavi proviene dall’abbonamento che le persone pagano per accedere ai servizi premium. Per cui si tratta di una realtà molto trasparente, che offre ai correntisti un livello di tutela davvero apprezzabile. Molto utile anche il fatto che la banca sia regolamentata in Europa, dal momento che le autorità europee sono note per avere parametri molto stringenti nella vigilanza delle banche.

Per quanto riguarda le carte di debito che vengono emesse ai clienti, a seconda dei paesi in cui la si richiede possono operare sul circuito MastercardMaestro. Parliamo anche in questo caso di brand molto sicuri, riconosciuti a livello internazionale e ampiamente accettati in tutto il mondo.

N26 e i problemi con Banca d’Italia

Alcuni utenti potrebbero ritenere N26 non sicura a causa di un evento del 2022 che ha visto coinvolte la banca tedesca e Banca d’Italia. A seguito di un controllo sulle condizioni legali dell’app, la BdI ha imposto il blocco all’ingresso di nuovi utenti; i correntisti di N26 hanno potuto continuare a fruire del servizio anche in Italia, ma non sarebbero stati accettati nuovi clienti fino alla risoluzione dei problemi.

Dobbiamo essere precisi e ricordare che questi problemi non hanno riguardato in alcun modo la sicurezza degli utenti o la solidità della banca. Il provvedimento riguarda i controlli antiriciclaggio che venivano applicati da N26 prima di questo controllo. La Banca d’Italia ha ritenuto non sufficienti le verifiche, per cui ha disposto il suo provvedimento. N26 ha reagito subito, confortando i clienti attuali e quelli futuri.

Da subito la banca tedesca ha rassicurato gli utenti sul fatto che i correntisti attuali non avrebbero avuto alterazioni nel servizio. Inoltre ha messo in chiaro immediatamente la sua volontà di risolvere il problema e tornare a operare a pieno anche in Italia. In tutto questo, la società ha continuato a offrire il servizio di assistenza a chiunque avesse domande su questi argomenti. Vedere il modo in cui N26 ha affrontato questo problema burocratico rende solo migliore l’immagine che abbiamo della sua app.

Quanto costa N26?

Quando si parla di banche si parla sempre anche di commissioni. Il profilo di costi molto basso in cambio delle funzionalità offerte è stato sicuramente uno dei punti cardine per la crescita di N26. Abbiamo la possibilità di scegliere tra quattro abbonamenti diversi, che sono:

  • Standard – Totalmente gratuito, con carta virtuale inclusa e la possibilità di richiederne una fisica a 9,99€ (prezzo una tantum);
  • Smart – 4,99€ al mese, con carta fisica inclusa, la possibilità di condividere spazi di risparmio e gli strumenti per il risparmio automatico;
  • You – 9,99€ al mese, offre anche assicurazioni gratuite su viaggi, bagagli, sport invernali e auto in car sharing;
  • Metal – 16,99€ al mese, include una carta in metallo ultraleggera ed estende le polizze assicurative gratuite anche al nostro telefono e alle auto a noleggio.

All’aumentare del livello del nostro conto aumenterà anche il numero di prelievi mensili gratuiti in tutta Europa; inoltre dal livello You in avanti si sblocca la possibilità di ricevere offerte speciali da parte dei partner di N26.

carte e conti disponibli su n26 a confronto
La carta Metal è realizzata in metallo ma pesa appena 18 grammi

Per ognuna di queste tipologie di conto, ne esiste una versione Personal e una versione Business. Il nome inganna: per aprire un conto aziendale non serve necessariamente registrarlo a nome di una società, e non è nemmeno richiesta la partita IVA. L’unica differenza è che in questo caso riceveremo un cashback sui nostri acquisti, senza perdere nessuno degli altri vantaggi.

Il cashback è dello 0.1% su tutti gli acquisti che eseguiamo con la carta fino al conto You. Solo per gli utenti Metal, invece, è previsto un cashback maggiorato dello 0.5%.

I vantaggi di N26

Abbiamo parlato di prezzi, ma non ancora di tutti i vantaggi dovuti all’utilizzo di N26. A partire dal fatto che possiamo avvicinarci senza costi a questo servizio. Grazie al conto Standard, totalmente gratuito, è finalmente possibile avere un vero e proprio conto corrente a zero spese. E grazie alla carta virtuale avremo comunque la possibilità di pagare sempre, sia online che dal vivo attraverso lo smartphone.

Chi lo desidera può anche richiedere una carta fisica con un costo di spedizione di 10€ e ricevendola entro due settimane direttamente a casa. La carta riporta persino il nome del titolare, cosa che ormai le banche tradizionali riservano ai correntisti con le tasche più profonde. Tutte le carte di N26 sono carte di debito, per cui il saldo di ogni pagamento viene subito sottratto dal conto senza spese in interessi. Inoltre si possono collegare facilmente a broker come XTB o LiquidityX per gestire anche i nostri investimenti attraverso N26.

Ma le funzionalità più interessanti di N26 sono quelle a cui si accede con le tipologie di conto superiori: tra cashback, funzionalità di risparmio e polizze assicurative incluse, ci sono diversi motivi per non fermarsi al conto gratuito. Ora prenderemo in esame tutte le caratteristiche più importanti e il livello di conto necessario per sbloccarle.

Carte virtuali e fisiche

Tutti i piani di abbonamento di N26 prevedono di ricevere una carta. Nel caso del piano Standard, si riceve una carta virtuale. Per chi non ne avesse mai provata una, si tratta di una carta che possiamo usare per pagare online o da smartphone senza avere fisicamente la carta nel portafoglio; volendo possiamo comunque pagare una fee di 10€ per ricevere la carta fisica in plastica al nostro indirizzo.

Dal piano Smart in avanti, la carta fisica è inclusa. Riceveremo quella di plastica, con la possibilità di scegliere il colore, fino al piano You. Al piano Metal è invece riservata una carta speciale, in metallo ultraleggero, che ha tutto l’aspetto di una carta di credito premium valida come “status symbol”. Chiaramente 16,90€ al mese non sono pochi, soprattutto considerando che in media un conto corrente in una banca tradizionale costa 7-12€.

C’è da dire che ovviamente la carta in metallo non è l’unico vantaggio del conto Metal. In ogni caso, tutte le carte presentano le stesse funzionalità. Quelle che vengono rilasciate ai clienti italiani sono pressoché tutte brandizzate dal circuito Mastercard, con rari casi in cui si riceve la carta Maestro. In ogni caso, sono carte accettate ovunque: sia online che offline, tanto in Europa quanto nel resto del mondo.

Bonifici e pagamenti su N26

Bonifici e pagamenti sono due aspetti fondamentali per una carta conto, tanto più per una gestita da una banca vera e propria. Con N26 abbiamo la possibilità di inviare bonifici gratis illimitati dal nostro conto, che vengono ricevuti istantaneamente dal beneficiario se la sua banca lo consente. Questa è indubbiamente una caratteristica molto apprezzata, dal momento che tutte le principali banche italiane richiedono 0,50€-2€ di maggiorazione per un bonifico istantaneo.

Abbiamo anche la possibilità di ricevere bonifici, dal momento che il nostro conto ha un suo IBAN. E nel caso volessimo inviare un bonifico internazionale, non c’è alcun tipo di problema: con più di 30 valute supportate, è facile pagare con N26 realmente in qualunque parte del mondo. Questo vale per tutte le tipologie di conto.

infografica che racchiude le tipologie di bonifico e altri metodi di pagamento disponibili su n26
I bonifici istantanei su N26 sono gratuiti, persino con il conto Standard

Una funzionalità molto utile di N26 per pagare e ricevere pagamenti sono i MoneyBeam. Si tratta di trasferimenti di denaro istantanei tra gli utenti N26. Tutto quello che dobbiamo fare è indicare il numero di telefono della persona a cui vogliamo inviare o richiedere un pagamento, oppure scegliere il suo contatto dalla rubrica. I MoneyBeam su N26 sono illimitati e non prevedono alcun tipo di commissione. Finché il pagamento avviene tra due utenti, i fondi cambiano mano immediatamente e senza costi.

Cashback e polizze assicurative

Tutti i conti Business offrono agli utenti la possibilità di ricevere un cashback su tutte le transazioni pagate con la propria carta. Il livello di cashback è dello 0,1% per tutti i conti fino al You. Il livello Metal accede invece a un cashback dello 0,5%, per cui chi compra molto con la carta potrebbe recuperare più velocemente il suo canone pagato mensilmente.

A seconda del tipo di abbonamento, avremo anche accesso a un livello crescente di polizze assicurative. I conti Standard e Smart non ricevono nessuna copertura. Il conto You offre una copertura su voli cancellati, perdita di bagagli, car sharing e sport invernali. Da ultimo, con il conto Metal si riceve una copertura totale per i propri viaggi, per le auto a noleggio e persino per danni o furto del telefono.

Considerando che i costi degli abbonamenti sono piuttosto bassi, risparmiare il premio assicurativo sulle coperture offerte dai conti You e Metal significa già abbattere drasticamente il costo vero e proprio del canone mensile.

Risparmio e investimento

Bisogna riconoscere che N26 ha lavorato molto bene sulle funzionalità che permettono agli utenti di controllare le proprie spese e accumulare risparmi nel tempo. A partire dal conto Smart, avremo accesso a un report dettagliato di tutte le nostre spese divise per categorie: ristoranti, abbigliamento, trasporti e così via. Per tenere traccia delle spese mensili, questa è decisamente un’ottima cosa.

Sempre al livello Smart accederemo alla possibilità di arrotondare le spese all’euro successivo quando facciamo dei pagamenti. I centesimi che mettiamo da parte di volta in volta possono essere accumulati in un sub-account e aiutarci a raggiungere i nostri obiettivi finanziari.

I sub-account sono una delle migliori feature pensate per incentivare il risparmio. A partire dal conto Smart, avremo la possibilità di creare 10 sub-account e di ricaricarli quando vogliamo con i nostri risparmi extra. Possiamo impostare un obiettivo per ciascun sotto-conto, e poi goderci ciò che abbiamo acquistato una volta che l’obiettivo è raggiunto.

Chiaramente investire i risparmi è altrettanto fondamentale, ed è l’unico lato di N26 su cui ancora manca del tutto un’offerta da parte della banca. Questo ci permette comunque di scegliere liberamente qualsiasi altro broker con cui operare. Ad esempio, unendo il conto N26 a un account su XTB (clicca per il sito) possiamo investire senza commissioni su tutte le azioni che vogliamo fino a 100.000€ di volume di scambi al mese.

Conclusioni

N26 è una società fintech giovane, brillante e già ampiamente riconosciuta per le sue qualità. Un servizio che rende la banca più vicina al cliente, anche se in modo totalmente digitale. Ciò che i correntisti ricevono in cambio dell’abbonamento pagato è davvero ammirevole, specie se lo si confronta con le offerte delle principali banche italiane.

La rivoluzione digitale della finanza continua a progredire a un ritmo incalzante, portando continuamente sul tavolo soluzioni nuove. Siamo felici di constatare che la competizione tra società come N26, Revolut e Vivid stia portando a offrire sempre più valore ai clienti finali. Un po’quello che vediamo succedere anche nel mondo del trading, dove brand come eToro hanno rubato completamente la scena ai broker tradizionali e ai loro costi fuori portata.

FAQ

N26 è una banca a tutti gli effetti?

N26 è una banca in piena regola, regolamentata in Germania e con sede centrale a Berlino. Anche se non ha filiali fisiche, gode dello stesso riconoscimento legale di Poste Italiane o qualunque altro istituto di credito con licenza europea.

Posso richiedere una carta di credito su N26?

Al momento non è possibile richiedere carte di credito con N26. La società offre esclusivamente carte di debito, legate al circuito Mastercard o Maestro.

N26 è un conto corrente?

Un account su N26 rappresenta un conto corrente a tutti gli effetti: abbiamo un IBAN, possiamo inviare e richiedere bonifici, gestire più carte e pagare da smartphone.

Posso collegare N26 a Apple Pay o Google Pay?

Tutte le carte N26, inclusa quella virtuale, possono essere collegate ai servizi Google e Apple Pay per pagare da smartphone.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 0 Media: 0]

alessandro

Related Posts

Widiba conviene? Recensione di conto, carte e investimenti

Widiba conviene? Recensione di conto, carte e investimenti

eToro Opinioni, Recensioni, Pro e Contro, Alternative – 2022

eToro Opinioni, Recensioni, Pro e Contro, Alternative – 2022

Vivid Money conviene? Recensione imparziale e opinioni [2022]

Vivid Money conviene? Recensione imparziale e opinioni [2022]

Trade.com, 5 Motivi per cui Amiamo il servizio di questo Broker Online

Trade.com, 5 Motivi per cui Amiamo il servizio di questo Broker Online

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.